PRODOTTI

Trova quello che cerchi tra oltre 11.000 prodotti
08

Dispositivi per centralizzazione dati

In impianti di piccole dimensioni la lettura dei dati di consumo può essere effettuata direttamente sui singoli contatori/ripartitori da parte di personale addetto. Per edifici di grandi dimensioni, invece, dove i dispositivi di contabilizzazione sono numerosi, conviene centralizzare i dati in un unico punto di raccolta. Questa strategia rende le operazioni di lettura estremamente più semplici, elimina l’annoso problema dell’accesso alle abitazioni private e offre sicurezza e flessibilità nella gestione della bollettazione. La concentrazione dei dati in un punto richiede l’impiego degli strumenti di misura e dei dispositivi di centralizzazione adatti alla soluzione scelta, che può essere con trasmissione dati M-BUS o radio (AMR o Walk-By). IVAR è inoltre in grado di fornire un servizio di consultazione e elaborazione dati tramite il portale dedicato IVAR CLOUD.

SISTEMI M-BUS

Il protocollo di comunicazione M-BUS è uno dei più frequentemente utilizzati nelle installazioni di sistemi di contabilizzazione diretta con contatori di calore e contalitri sanitari. Trattasi di un sistema aperto, conforme allo standard europeo EN 1434-3 e che prevede il cablaggio tra i vari dispositivi (in configurazione ad albero, a stella o in linea) fino a giungere ad un punto di raccolta in cui viene ubicato il concentratore dati. Tale dispositivo permette la lettura dei singoli strumenti installati lungo la dorsale, facilitando pertanto le operazioni di raccolta dei consumi.
 
Il sistema EQUOBOX si caratterizza essenzialmente per la modularità e per l’estrema facilità e intuitività di utilizzo. Il sistema è basato essenzialmente su tre moduli che possono essere combinati tra loro a creare architetture via via più complesse.
I moduli sono:
  • Unità B10: è un’unità centrale completa di display e funzione datalogger per l’acquisizione e la storicizzazione dei dati. Permette la lettura di fino a 20 dispositivi su protocollo M-BUS ed è espandibile fino a 250 carichi mediante l’aggiunta di opportuni Level Converter (B12)
  • Unità B11: è un’unità centrale completa di display e funzione datalogger. Non permette la lettura dei dispositivi come prodotto stand-alone, ma necessita di opportuni Level Converter per la lettura dei dispositivi. Il vantaggio che offre rispetto ad un semplice Level Converter è la possibilità di leggere i dati da remoto (mediante modem o direttamente via Internet) e di fornire l’archiviazione storica dei dati di consumo.
  • Level Converter B12: è il dispositivo che permette l’effettiva lettura dei dispositivi M-BUS. Ogni Level Converter permette la lettura di fino a 60 dispositivi, ma è espandibile con il collegamento di altri Level Converter che possono anche fungere da ripetitore nel caso di dorsali particolarmente estese. Il dispositivo è privo di display, ma permette una lettura locale mediante pc, interfaccia USB e software gratuito di lettura. Non è possibile la storicizzazione dei dati.

 

SISTEMA RADIO AMR

Il sistema radio AMR prevede una comunicazione wireless tra i dispositivi di misura installati e i dispositivi di raccolta dati. IVAR propone due diverse opportunità per la costruzione della dorsale: una modalità single-hop e una modalità multi-hop.

La modalità single-hop si basa essenzialmente su due dispositivi che lavorano secondo le modalità standard consentite dal W-MBUS: trattasi di un repeater (cod. 590140) e di un gateway (cod. 590136). Entrambe gli oggetti sono in grado di ricevere dati dai device (contatori, ripartitori, adattatori di impulsi, ecc.) installati fino ad un limite massimo di 500 dispositivi wireless sulla rete creata. Unico limite è rappresentato dalla dimensione della rete: il collegamento tra gateway e repeater può avvenire solo se diretto tra i due dispositivi; non è possibile infatti prevedere di creare una dorsale in cui più repeater si connettano tra loro e quindi al gateway. Tale caratteristica rende pertanto il sistema single-hop idoneo per condomini di piccole dimensioni.

Anche la modalità multi-hop si basa su due dispositivi, vale a dire un repeater (cod. 590138) e un gateway (cod. 590137); tuttavia questa tecnologia è svincolata dal wireless M-BUS nella costruzione della dorsale e grazie ad una modalità di trasmissione proprietaria e potenziata ciascun repeater (e solo i repeater) è in grado di ricevere le informazioni di consumo dai dispositivi installati e scambiarli tramite una rete mesh con gli altri nodi (repeater) fino a giungere al gateway. Anche in questo caso il limite massimo di dispositivi letti via radio è pari a 500.

Entrambi i sistemi sono compatibili con le modalità di trasmissione standard del W-MBUS e pertanto sono in grado di leggere dispositivi di altri costruttori (purché comunicanti in W-MBUS) sia in modalità T, sia S, sia C.
Inoltre entrambe i gateway sono di tipo ibrido: sono infatti in grado di leggere fino a 500 dispositivi wireless, ma presentano una porta M-BUS che consente la connessione cablata diretta di fino a 20 contatori M-BUS espandibile fino a 250 utilizzando appositi level converter (cod. 590130) o antenne WTT16.RNN5.
Ciascun gateway può essere letto localmente o da remoto mediante connessione ad internet (in caso di assenza ADSL viene fornito router apposito).
 
SISTEMA WALK-BY
Il sistema di lettura WALK-BY è sempre basato sulla comunicazione wireless, ma diversamente dalla tecnologia AMR, il sistema WALK-BY non prevede l’installazione di antenne nel vano scale nell’edificio, ma un operatore dovrà recarsi con strumentazione apposita (Qlog) nei pressi dell’edificio ad effettuare la lettura. Il vantaggio è quello di avere una comoda lettura senza installare dispositivi aggiuntivi, ma allo stesso tempo si ha lo svantaggio di doversi recare in loco per effettuare le letture.
La trasmissione radio dei dispositivi WALK-BY (ma anche AMR) può avvenire secondo due modalità:
  • S-mode: i dispositivi si svegliano e trasmettono per 10 ore al giorno nei primi 4 giorni del mese oppure per 48 giorni consecutivi dopo una giornata di riferimento.
  • C-mode: i dispositivi trasmettono per 365 giorni all’anno per 10 ore al giorno.
La nuova antenna Q-log può leggere entrambe le modalità di trasmissione e quindi essere utilizzata sia in condomini con ripartitori già installati operanti in S-mode, sia nei nuovi operanti in C-mode.
 
 

Scopri di più
LINEA
ARANCIO
CONTATTACI
SUBITO